ASSICURAZIONE PRESTITI CESSIONE QUINTO STIPENDIO E DELEGA

L'ASSICURAZIONE DEL TUO PRESTITO PERSONALE CON CESSIONE DEL 5° È IMPORTANTE PER SAPERE COME E QUANTO TI PUÒ TUTELARE E COME PUÒ INCIDERE SUL COSTO DEL FINANZIAMENTO

ASSICURAZIONI VITA E IMPIEGO

Glossario termini assicurativi

Prima di addentrarsi negli argomenti "tecnici" è necessario definire alcuni termini frequentemente usati che possono risultare di difficile comprensione:

  • Mutuatario: il debitore, cioè colui che richiede il prestito
  • Assicurato: sempre il debitore. È la persona oggetto dell'assicurazione
  • Beneficiario: il soggetto che riceve il rimborso assicurativo. Solitamente è la Banca
  • Prestazione assicurata: la somma dovuta al beneficiario in caso si verifichi l'evento oggetto dell'assicurazione (la morte o la perdita del lavoro dell'assicurato)
  • Premio assicurativo: il costo della copertura assicurativa.
    Tutte le polizze associate a una cessione del quinto o delega di pagamento sono a premio unico iniziale: il costo relativo all'intero periodo di ammortamento del debito viene pagato in unica soluzione al momento della stipula del contratto.

La cessione quinto stipendio è garantita per legge, contro i rischi morte e di perdita del posto di lavoro.
È per questo che viene anche chiamata prestito garantito.

SCOPRI COME OTTENERE IL RIMBORSO DELLE SPESE ASSICURATIVE

Le garanzie assicurative sono due:

  1. Assicurazione vita: in caso di premorienza o di invalidità permanente, la Compagnia di Assicurazione salda il debito residuo alla Banca e si accolla tutto il sinistro senza che vi sia rivalsa verso gli eredi e senza che venga prelevato il TFR accantonato. In fase istruttoria viene richiesta al cliente la compilazione di un formulario sul proprio stato di salute (autocertificazione) mentre nei casi di importi particolarmente elevati o di età avanzata del richiedente, può essere richiesta la compilazione di un questionario medico (RVM) da parte del Medico di famiglia.
  2. Assicurazione rischio Impiego: in caso di cessazione del rapporto di lavoro per qualsivoglia motivo (dimissioni, licenziamento, fallimento dell'azienda ecc.) la Compagnia di Assicurazione salda la Banca che ha finanziato il prestito e si rivale sul cedente che comunque rimane il debitore principale.

DOMANDA INTERESSANTE POSTA DA UN NOSTRO UTENTE

Abbiamo deciso di pubblicare la domanda seguente e la risposta ad uso di tutti i visitatori.

Sono un dipendente privato, vorrei richiedere un finanziamento ma prima di farlo avrei bisogno di conoscere dettagliatamente alcune informazioni:
  1. Nel caso di premorienza come agisce la polizza rischio vita?
    oltre che ovviamente ad avvalersi del mio TFR in che percentuale del residuo copre l' assicurazione?
  2. In caso di licenziamento, la finanziaria si rivale sul mio TFR, ma nel caso questo non sia sufficiente come si comporta? Nel caso in cui dovessi riprendere a lavorare in un altra società piu piccola mantengo la stessa rata? Il TFR "vecchio" va comunque interamente devoluto? Se non dovessi più trovare lavoro?

Risposta per punti:

  1. Nel caso premorienza la polizza salda il debito senza escutere il TFR e senza diritto di rivalsa sui familiari che rimangono così liberi da ogni obbligazione;
  2. Nel caso perdita posto di lavoro la Banca si rivale sul TFR (o sul TFS per i dipendenti pubblici) e per la parte eventualmente residuale la rata viene trasferita sulla nuova busta paga. Questo anche se la nuova società è di piccole dimensioni.

Nel caso di mancato ricollocamento (nuovo posto di lavoro) occorre distinguere tra Polizza Rischio Credito e Polizza Rischio Perdite Pecuniarie. Leggi qui per saperne di più.

CONCLUSIONI

Si è sempre saputo molto poco sulla copertura offerta dalle polizze assicurative legate alla cessione del quinto. Questo breve scritto vuol essere un tentativo di rendere la materia un po' più comprensibile anche se non ha nessuna pretesa di essere un testo tecnico. Per eventuali approfondimenti è quindi meglio rivolgersi agli addetti ai lavori.
Riguardo la polizza vita vorrei attirare la vostra attenzione sull'opportunità di stipulare un contratto di cessione del quinto se l'età del richiedente supera gli 80 anni nel corso del prestito.

Vi invito a sfruttare, quando possibile, la detraibilità fiscale del premio assicurativo che ne riduce il costo reale.

Parlando invece di polizza rischio impiego è evidente che la tipologia Perdite Pecuniarie presenta degli importanti vantaggi che invece la Rischio Credito non offre e che possono venire davvero utili nei momenti di difficoltà . È bene quindi informarsi su questo argomento prima di scegliere il preventivo di prestito.

-->RICHIEDI UN PREVENTIVO SU MISURA
Per un prestito con cessione del quinto

PREVENTIVO GRATUITO CESSIONE 5°
COMPILA IL MODULO SOTTOSTANTE IN MENO DI UN MINUTO

RECENSIONI DEI CLIENTI


CONTINUA A LEGGERE: