Via Emilia 22 – 20097 – San Donato Milanese (MI) | info@gruppomoney.it

Chiamaci al: +39 02 55 700 146

Il rinnovo della cessione del quinto. Consigli importanti.

Il rinnovo della cessione del quinto. Consigli importanti.
Abbiamo ricevuto una recensione negativa da parte di Ermanno, un cliente appena finanziato.
Ermanno si lamenta del fatto che, rispetto al preventivo proposto inizialmente, il netto erogato sia stato inferiore di ben 1.000€ . Ho lasciato spazio a Corrado, che aveva seguito la pratica, per “discolparsi” però volevo approfondire la questione perchè mi
dà  spunto per spiegare alcuni meccanismi importanti che è bene conoscere.

Il cliente aveva richiesto un rinnovo su una preesistente cessione di importo ancora molto elevato. Ho già  avuto modo di spiegare che estinguere una cessione con una lunga durata residua non è mai conveniente perchè la “vecchia” Banca addebita nel conteggio estintivo tutte le spese accessorie al prestito che non sono state ancora ammortizzate (compensi provvigionali del mediatore, premi assicurativi, spese di intermediazione, spese di istruttoria ecc.).

Quello che si risparmia estinguendo anticipatamente il debito è solo l’ammontare dei veri e propri interessi che nel contratto vengono indicati dal tasso TAN. Quando la cifra da estinguere è ancora elevata, diventa quindi fondamentale conoscere questo tasso TAN per poter effettuare una stima attendibile della cifra da rimborsare. Se invece non lo si conosce (è il caso in questione perchè il cliente aveva perso il contratto) allora si va “a occhio” ma il calcolo può risultare sbagliato di parecchio.

Ho alcuni importanti suggerimenti da darvi:
1) è meglio evitare di rinnovare cessioni del quinto o deleghe con durate residue ancora lunghe. Aspettate di aver pagato
almeno il 40% delle rate altrimenti la cifra da rimborsare risulta sempre superiore a quanto ci si aspetta;

2) per valutare la reale convenienza della pratica forniteci sempre il TAN del prestito da estinguere. Avremo così modo di
calcolare il conteggio estintivo e potremo darvi una stima sufficientemente precisa del netto erogato;

3) se state chiedendo dei preventivi per un rinnovo a diverse finanziarie, fate la vostra scelta sulla base del finanziato
netto del nuovo contratto proposto piuttosto che su quanto vi promettono di “mettervi in tasca”. Mi spiego meglio: ipotizziamo che un cliente stia valutando di rinnovare una cessione già  in corso di rata 200€ e durata residua di 80 rate. Richiede il preventivo a due diverse finanziarie: Preventivo A: la prima finanziaria gli propone una rata di 300€ per 120 mesi con netto erogato di 24.500€ . Poi stima il debito residuo da estinguere a 13.800€ per cui il “netto in tasca” risulta essere di 24.500€ – 13.800€ = 10.700€ ;


Preventivo B: la seconda finanziaria gli propone una rata di 300€ per 120 mesi con netto erogato di 24.300€ . Poi stima il
debito residuo da estinguere a 13.400€ per cui il “netto in tasca” risulta essere di 24.300€ – 13.400€ = 10.900€

E’ evidente che il primo preventivo è più conveniente perchè prevede un netto erogato più alto. Ma se il cliente valuta la pratica solo sulla base di quanto gli hanno promesso dopo avere estinto il debito allora potrebbe essere ingannato da una valutazione ottimistica (e spesso volutamente ottimistica) del debito da estinguere.

Possono sembrare osservazioni ovvie e scontate ma molto spesso la telefonata o il colloquio di preventivo si svolgono in questi termini: “le facciamo una rata di 300€ per 120 mesi, estinguiamo il debito residuo e le diamo una liquidità  di circa 10.900€ netti”. Poi, al saldo, arriva la sorpresa.

La morale è: chiedete sempre il netto erogato (nei contratti viene spesso indicato come “netto ricavo”) e il TAEG!

Spero di esservi stato utile.
Marco Benetti
Avatar di Marco Benetti
Marco Benetti
Posted on:
Post author

7 responses to “Il rinnovo della cessione del quinto. Consigli importanti.

Avatar di raffaele
raffaele

se avessi letto prima non mi sarei fatto fregare io sono uno di quello che ci e cascato grazie dell’informazione

Avatar di maurizio restivo
maurizio restivo

ma è vero che la legge prevede che il rinnovo non puo’ messere effettuato prima di quatttro anni dalla stipula?

Avatar di Marco.Benetti
Marco.Benetti

La legge prevede che una cessione del quinto non può essere rinnovata prima d’aver pagato il 40% delle rate, quindi se la cessione è di 10 anni bisognerà  aspettare 4 anni.

Saluti

Avatar di rocco
rocco

le volevo chiedere x rinnovo mia cessione rate 96 inizio settebre 2008 oggi 2011 rate pagate 30 si puo parlare e fare dei preventivi dato i tenpi tecnici se si posso chiedere a voi grazie x la risposta simone rocco la mia ditta è una srl

Avatar di Francesco
Francesco

In caso di rinnovo della cessione, ai fini della notifica è valida la prima notifica o la notifica relativa alla cessione rinnovata ? Grazie e distinti saluti.

Avatar di Marco Benetti
Marco Benetti
Avatar di antonio
antonio

A FEBBRAIO DEL 2010 HO STIPULATO UN CONTRATTO DI CESSIONE DEL QUINTO ADESSO VORREI RINNOVARLA IMPORTO 165,00 AL MESE DURATA 72 RATE E POSSIBILE RINNOVARLA??? SALUTI

Leave a comment