La Cessione del Quinto per i dipendenti delle aziende private dipende dal TFR accantonato.

Il TFR può essere accantonato sia presso l’azienda (compreso quello presso il Fondo Tesoreria dell’INPS) sia presso eventuali Fondi Pensionistici Integrativi: questo perchè la Liquidazione maturata dal dipendente viene vincolata a garanzia del prestito.

Il fatto che il TFR sia accantonato presso un Fondo Pensionistico non presenta difficoltà  alla pratica di Cessione del Quinto ma solo se si tratta di un Fondo cosiddetto Chiuso ossia riservato a uno o più CCNL di categoria. Fanno parte dei Fondi Chiusi, ad esempio; il Fondo Cometa (riservato ai Metalmeccanici), il Fonchim (Chimici) il Fon.Te. (Terziario, quale Commercio, Turismo, Pulizie ecc.) e così via.

I Fondi Aperti e i P.I.P. (Piani Pensionistici Individuali), non legati a un CCNL di Categoria e a cui chiunque può aderire, hanno invece sempre presentato grandi difficoltà  alle pratiche di Cessione del Quinto a causa di problemi legali nel vincolo delle somme accantonate a garanzia del prestito. In caso di sinistro, infatti, tali Fondi vengono considerati non escutibili.

Attualmente i dipendenti che hanno il TFR presso tali fondi sono costretti a rinunciare alla Cessione del Quinto oppure a intraprendere una lunga trafila per spostare le somme a un Fondo Escutibile.

È con piacere che vi informo che ora Gruppomoney è in grado di offrire prestiti con Cessione del Quinto anche ai Dipendenti di Aziende Private che abbiamo scelto di aderire a un Fondo Pensionistico Aperto o a un Piano Pensionistico Individuale PIP.

Possiamo quindi risolvere una importante discriminazione che si protraeva ormai da diversi anni. Il prestito verrà  garantito dalla nuova assicurazione AVIVA e presenta l’unico limite di un montante massimo pari a 30.000 Euro.

Se sei un Dipendente di Azienda Privata e hai scelto di aderire a un Fondo Pensionistico Aperto o a un Piano Pensionistico Individuale, puoi richiederci un preventivo, gratuito e senza impegno compilando la nostra FORM oppure telefonandoci allo 02.55.700.146.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*