Via Emilia 22 – 20097 – San Donato Milanese (MI) | info@gruppomoney.it

Chiamaci al: +39 02 55 700 146

I furbetti del quartierino

I furbetti del quartierino

Una e-mail ricevuta da un nostro Cliente mi dà  l’occasione di scrivere un post interessante:

Egregio Sig. Benetti.

ho avuto modo di comparare la Sua offerta e quelle di altre finanziarie , ….. una mia esplicita domanda è quella di capire , perchè Lei telefonicamente , mi ha detto che i tempi sono piuttosto lunghi , quasi un mese , ….. mentre altre finanziarie affermano tempi ristretti.
le faccio un esempio di una finanziaria interpellata :

una finanziaria errogatrice di XXXXX , con agenzia a XXXXX, mi garantisce in 48 ore ( 2 giorni lavorativi ) dopo la firma del contratto un acconto di 2000 euro , il restante dopo una settimana , liquidando direttamente la vecchia finanziaria ” XXXXX ” .

Non crede che i tempi da Lei premessi siano piuttosto lunghi …..? Resta di fatto che il Suo preventivo l’ho trovato interessante , desidero solo capire perchè i tempi così lunghi da Lei formulati.

Cordialità  .

Sig. XXXXX,
voglio risponderle illustrandole l’iter di una pratica di cessione del quinto per Dipendenti Privati. Consideri che, a parte gli eventuali ritardi e inefficienze l’iter è lo stesso per qualsiasi società  finanziaria. E’ facile rendersi conto che i tempi promessi di una settimana sono una bufala utile solo ad accaparrarsi la pratica:
1) occorre farsi compilare il Certificato di Stipendio dall’Ufficio Personale. Mediamente 4 o 5 giorni lavorativi (hanno prima gli stipendi da preparare, il Responsabile non sempre è presente, l’impiegata è in malattia, ecc. ecc.);
2) pronto il Certificato, la pratica va deliberata dalla Compagnia di Assicurazione: 1 giorno se la sua Azienda è già  conosciuta, 2/3 giorni se non è stata ancora censita;
3) Alla firma del contratto si può erogarle entro 24 ore l’acconto. Questo lo posso promettere anch’io;
4) Una copia del contratto va notificata alla sua Azienda. La notifica, per legge, deve essere effettuata da un Tribunale: 2/3 giorni per la spedizione del plico (preparazione, registrazione, protocollo ecc.) e 4/5 giorni per la consegna postale;
5) Allegato al contratto vi è l’Atto di Benestare che l’azienda ci deve far avere firmato per accettazione finale. A noi è sufficiente anche un fax ma comunque aggiunga mediamente 3/4 giorni lavorativi (come al punto 1: malattie, ferie, stipendi ecc.);
6) ricevuto il fax del Benestare il giorno dopo liquidiamo, finalmente, il saldo.

Come vede, sig. XXXXX, una pratica correttamente lavorata può essere erogata in un periodo di tempo che va dalle 2 alle 4 settimane. Se non ci sono imprevisti.

“Garantire” una settimana è poco serio.

Marco Benetti

Avatar di Marco Benetti
Marco Benetti
Posted on:
Post author

4 responses to “I furbetti del quartierino

Avatar di emsapor
emsapor

Ha ragione 20/30 giorni è il tempo medio, chi promette di meno è solo per blindare la pratica a proprio favore. Purtroppo molta gente per disperazione o necessità  cade in queste bufale,mi auguro che la gente prima d’impegnarsi per 10anni non si faccia guidare dall’urgenza ma nel limite del possibile razionalizzi le informazioni…..chi promette una CdQ in meno di 20giorni vi stà  già  prendendo in giro e se il buon giorno si vede dalla mattina……………………..

Avatar di pino dei palazzi
pino dei palazzi

concordo pienamente
c’è da fare pure un’altra considerazione se si tatta di prt private pbl statali o pensionati e se ci sono estinzioni da fare,si parte dalle due -tre settimane per le private si finisce con le 4-5 settimane per le prt di pensionati (con estinzione bisogna aggiungere qualche altra settimana)
saluti

Avatar di francesco
francesco

Concordo su tutto tranne che sul punto 3. Promettere l’acconto dopo 24 ore della firma del contratto mi sembra un po eccessivo e siamo nel 2017. Per esperienze personali diciamo che i tempi oscillano tra i 3 ed i 5 giorni che comunque restano tempi ottimali.

Avatar di Marco Benetti
Marco Benetti

Grazie Francesco ma ti confermo la possibilità di avere l’acconto in 24 ore. E’ il caso di una situazione ideale, ovviamente, dove non esistono vincoli particolari o controlli preventivi da espletare, ma è una tempistica che noi sperimentiamo quotidianamente.

Tieni presente che rispetto a pochi anni fa i tempi del bonifico si sono ridotti grandemente.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *