La Pensione di Reversibilità è finanziabile in Convenzione INPS ma solo se non è cointestata

La pensione di reversibilità può permetterti di ottenere velocemente un ottimo prestito convenzionato INPS. La pensione di reversibilità è però finanziabile solo se non è cointestata

Ottieni il massimo dalla tua pensione di reversibilità con la cessione di Gruppomoney.it

La pensione di reversibilità è finanziabile?

Trattandosi di un reddito fisso e continuativo la pensione di reversibilità, se non cointestata (può essere il caso, ad esempio, di una pensione assegnata a più figli), è sempre finanziabile richiedendo un prestito con cessione del quinto.

Non solo: se il pensionato è titolare anche di altra pensione INPS i due importi possono essere sommati per determinare la rata massima cedibile.


La pensione di reversibilità di che cosa si tratta?

La pensione di reversibilità spetta ai familiari di una persona deceduta che era titolare di una pensione di vecchiaia o anzianità al momento del decesso, o, che pur non percependola ancora, aveva comunque maturato i requisiti per il diritto alla pensione.


La pensione di reversibilità, a chi spetta?

Solitamente spetta al coniuge ma la legge prevede dei diritti anche per altri familiari se questi risultavano a suo carico: figli (entro il limite massimo di 26 anni se studenti universitari), genitori, fratelli e, di recente, anche nipoti.

La percentuale di retrocessione assegnata ai superstiti varia a seconda del grado di parentela (massima per il coniuge e minima per i genitori) e della situazione familiare (per il coniuge raggiunge il 100% se ha due o più figli a carico).

Sono previste delle riduzioni della pensione nel caso il beneficiario sia titolare di altri redditi.