Via Emilia 22 – 20097 – San Donato Milanese (MI) | info@gruppomoney.it

Chiamaci al: +39 02 55 700 146

I Prestiti con trattenuta sulla Pensione di Reversibilità

La pensione di reversibilità è finanziabile?

COME OTTENERE UN PRESTITO SULLA PENSIONE DI REVERSIBILITÀ

Trattandosi di un reddito fisso e continuativo la pensione di reversibilità, se non cointestata (può essere il caso, ad esempio, di una pensione assegnata a più figli), è sempre finanziabile richiedendo un prestito con cessione del quinto.

Non solo: se il pensionato è titolare anche di altra pensione INPS i due importi possono essere sommati per determinare la rata massima cedibile.

ESEMPIO

Se una pensionata è titolare di una pensione di reversibilità di 1.000 € e di una pensione di anzianità di 500 €, nel determinare la rata massima cedibile si potranno sommare i due importi:

1.000 € + 500 € = 1.500 €

La rata massima è pari al 20% e quindi ammonta a 300 Euro



La pensione di reversibilità di che cosa si tratta?

La pensione di reversibilità spetta ai familiari di una persona deceduta che era titolare di una pensione di vecchiaia o anzianità al momento del decesso, o, che pur non percependola ancora, aveva comunque maturato i requisiti per il diritto alla pensione.


La pensione di reversibilità, a chi spetta?

Solitamente spetta al coniuge ma la legge prevede dei diritti anche per altri familiari se questi risultavano a suo carico: figli (entro il limite massimo di 26 anni se studenti universitari), genitori, fratelli e, di recente, anche nipoti.

La percentuale di retrocessione assegnata ai superstiti varia a seconda del grado di parentela (massima per il coniuge e minima per i genitori) e della situazione familiare (per il coniuge raggiunge il 100% se ha due o più figli a carico).

Sono previste delle riduzioni della pensione nel caso il beneficiario sia titolare di altri redditi.