Forum

Nella CRIF non risu...
 
Notifiche
Cancella tutti

Nella CRIF non risulta tutto, come posso fare?

7 Post
2 Utenti
0 Likes
1,577 Visualizzazioni
Marco86
Post: 5
Topic starter
(@marco86)
Active Member
Registrato: 2 anni fa

Cercherò di essere più breve possibile.

Nel 2011 mi stavo comprando casa con la mia compagna accollandomi il mutuo di un Tizio. Mi fecero aprire un conto con Intesa Sanpaolo, nella stessa filiale dove il Tizio accese il mutuo.

Su quel conto corrente mi scalavano le rate. Purtroppo si rivelò una truffa. In quella casa non ci entrai mai. Poco dopo persi anche il lavoro, e la mia compagna invece di aiutarmi mi lasciò.

Per non farmi mancare nulla i miei morirono in un incidente stradale. Mi ritrovai pieno di debiti.

Col passare del tempo la banca mi mandò diverse lettere di "intimazione di pagamento" inerenti al mutuo ed infine una lettera nel 2016 dove diceva: "abbiamo segnalato alla centrale di rischi di Banca d'Italia il passaggio "a sofferenza" del suo nominativo gestiti dalle seguenti società:
Crif; Experian.

Dicembre 2020, tramite avvocato, sono riuscito a risolvere la situazione della truffa di casa. Ovviamente non ci ho ricavato un euro.

Pochi giorni fa mi sono rivolto in un CAF per vedere la situazione della CRIF. L'unica cosa che risulta è un finanziamento di Novembre con Intesa Sanpaolo del 2020.

Che fa scopa con una lettera ignota di un recupero crediti (no raccomandata), che mi arrivò proprio a novembre 2020 dove c'era solo scritto di contattare urgentemente un numero di telefono, senza specificare nulla.

La cosa strana è che io non ho prestiti con Intesa Sanpaolo, ma solo quel famoso conto corrente. Forse si riferisce a quello?

Se cancello questa CRIF, dovrò cancellarla anche con la società Experian? (lo chiedo perché la lettera del 2016 faceva riferimento ad entrambe le società)

Un'altra cosa strana è che nella CRIF non risulta un prestito che presi con BNL nel 2009 di 20.000€ (scadenza 2029), che usai per comprarmi la macchina e aiutare i miei. Ricordo che pagai fino al 2014.

E una carta Findomestic di 3.000€ fatta nel 2011.

Perché secondo voi non risultano nella CRIF?

Bei tempi... avevo un buon lavoro, i miei in vita, una compagna fantastica e mi stavo comprando casa 🙁

Per fortuna sono ancora giovane. Vorrei comprarmi una casa un domani, sperando di non cadere in un'altra truffa.

6 risposte
Marco Benetti
Post: 1635
Admin
(@marco-benetti)
Noble Member
Registrato: 3 anni fa

Te lo auguro!

La situazione è molto confusa, non mi sento di azzardare delle risposte.

Posso solo dirti che non puoi cancellarti dalle Banche Dati (Centrale Rischi, Crif, Experian) ma sono le stesse banche dati che cancelleranno il tuo nominativo una volta trascorsi dei tempi precisi.

Per fare un esempio la cancellazione dei dati negativi riguardanti i prestiti rimasti insoluti da CRIF, Experian e CTC è prevista in automatico a distanza di 3 anni dalla data di termine del contratto secondo il piano originario.

Se quindi il prestito BNL che hai menzionato scadeva nel 2019, allora la cancellazione avverrà nel 2022.

Per quanto riguarda al sofferenza registrata da Intesa Sanpaolo sulla Centrale Rischi di Banca d'Italia la faccenda è diversa: resterà infatti registrata a tempo indefinito o almeno finché Intesa deciderà di mantenerla tale.

A meno che il tuo avvocato tu non riesca a dimostrare che si è trattato di una truffa e quindi a obbligare Intesa Sanpaolo a provvedere alla cancellazione.

Rispondi
Marco86
Post: 5
Topic starter
(@marco86)
Active Member
Registrato: 2 anni fa

La cancellazione avverrà nel 2022 anche se non ho terminato di pagare il prestito (BNL) ?

Rispondi
Marco86
Post: 5
Topic starter
(@marco86)
Active Member
Registrato: 2 anni fa

Ho anche provato a recarmi nella banca Intesa San Paolo, solo che quella filiale è stata chiusa. Non so se sia un bene.

Credo che dopo tanti anni sarà difficile spiegare la truffa. Anche perché misi l'avvocato quando la situazione era già molto ingarbugliata. Sono stato fregato dall'agenzia immobiliare, dal notaio, e ancora non si è capito se anche dal signore che me l'ha venduta.

Ero giovane, e non potendomi permettere un mutuo, mi sono accollato quello del signore che mi ha venduto casa.
Diciamo che grazie all'avvocato sono riuscito a venderla a dei compratori di fiducia. Mi ha seguito passo passo per non farmi rubare altri soldi dall'agenzia immobiliare.

Se mi recassi in una qualsiasi banca Intesa San Paolo, mostrando la lettera ricevuta dalla filiale ora chiusa, che mi ha segnalato come cattivo pagatore; e spiego semplicemente che ci sono finito per via di rate non pagate di una casa che ora ho venduto. E che vorrei saldare in qualche modo il conto corrente che andò in rosso per via di queste rate, crede che riuscirei a risolvere la situazione e essere cancellato da cattivo pagatore? O ormai è troppo tardi.

Rispondi
Marco Benetti
Post: 1635
Admin
(@marco-benetti)
Noble Member
Registrato: 3 anni fa

Beh, se paghi l'insoluto a Intesa Sanpaolo allora verrai cancellato da CRIF ma solo dopo 2 anni. Sono le regole di CRIF.

Se invece la tua domanda è "se spiego a Intesa che sono stato truffato, loro mi cancelleranno da CRIF?" allora devo risponderti di no.

Intesa Sanpaolo può autorizzare la cancellazione solo se il cliente gli dimostra che si è trattato di un errore. E qui l'errore non c'è stato perché tu hai effettivamente lasciato un insoluto anche se non è dipeso dalla tua volontà.

Rispondi
Pagina 1 / 2
Condividi: