Cessione Del Quinto: semplice e veloce

Comodo, facile e conveniente: il prestito personale con Cessione del Quinto è la soluzione ideale per avere i soldi che ti servono anche quando hai molte rate in corso. Convenzione NoiPA per i Pubblici e Convenzione INPS per i pensionati

Che cos'è la Cessione del Quinto dello Stipendio e della Pensione

La Cessione del Quinto è un prestito personale non finalizzato che viene addebitato direttamente sullo stipendio o sulla pensione del richiedente.

La rata è fissa e può arrivare ad un massimo del 20% dello stipendio netto (da qui il nome di Quinto dello Stipendio).

La rata quindi viene pagata direttamente dal Datore di Lavoro o dall'Ente Previdenziale e questo offre un grande vantaggio: permette di evitare le valutazioni sul merito creditizio del richiedente e quindi la consultazione della CRIF.

È questo il motivo per cui il prestito può essere erogato anche ai cattivi pagatori e ai protestati.

È un prestito non finalizzato (non ha uno scopo preciso) e quindi non è necessario presentare giustificativi di spesa o preventivi.

Uno degli utilizzi più frequenti è per il consolidamento dei debiti.


A chi si rivolge la Cessione del Quinto

Presupposto necessario per ottenere la Cessione del Quinto è la presenza di un reddito fisso e stabile.

Possono quindi beneficiare di questo prestito i lavoratori dipendenti, i pensionati e anche i medici convenzionati.

Non possono invece richiederla i lavoratori autonomi, i dipendenti con contratto a tempo determinato e i pensionati con pensioni provvisorie e soggette a revisione periodica (ad esempio le pensioni di invalidità non ancora confermate).


Come funziona la Cessione del Quinto

La Cessione del Quinto è semplice e comoda.

Poiché la rata ti deve essere addebitata sullo stipendio o sulla pensione occorre notificare una copia del contratto al tuo Ente Pagatore (Datore di Lavoro o Ente pensionistico)..

Questo si prenderà l'impegno ad addebitare la rata concordata fino al termine del piano di ammortamento.

L'impegno del Datore di Lavoro (o dell'Ente Previdenziale) potrà essere sospeso o annullato solo nel caso il reddito venisse a mancare (per esempio a causa di periodi di aspettativa, maternità, dimissioni, licenziamento, per non parlare del caso morte).

La rata ti verrà addebitata in busta paga tutti i mesi tranne che sulle le mensilità aggiuntive (tredicesima e quattordicesima). È costante e sempre uguale.

In caso di sopravvenuta riduzione dello stipendio oltre il 30% potrai potrai richiedere il ricalcolo della rata mensile. Ad esempio se richiedi il part-time al 50% potrai richiedere di dimezzare anche la rata di Cessione. Questo ti comporterà, ovviamente, un allungamento del piano di ammortamento residuo che quindi terminerà più tardi.

In caso di sospensione dello stipendio (magari perché vuoi prenderti un periodo di aspettativa non retribuita), la rata viene anch'essa sospesa e viene accodata al termine del piano di ammortamento previsto: le rate non pagate verranno recuperate alla fine.

Se perdi il posto di lavoro per dimissioni o licenziamento la rata viene sospesa. Il pagamento riprenderà dopo il tuo ricollocamento presso un altro datore di lavoro sulla nuova busta paga. Se questo non avvenisse nei successivi sei mesi, la compagnia di assicurazione risarcirà l'Istituto Erogante ma manterrà il diritto di rivalsa verso di te.

In caso di premorienza, infine, la Compagnia Assicurativa salderà alla Banca il debito residuo e non avrà diritto di rivalsa sui familiari. Questi saranno così liberati dall'obbligo di restituire il prestito.


Come si calcola la Cessione del Quinto

Si chiama Cessione del Quinto perché la rata addebitata non può eccedere lo stipendio netto diviso per cinque.

Nel calcolo di quest'ultimo non vanno considerate tutte le componenti variabili (quali gli straordinari, le indennità di turno e gli assegni familiari) ma solo la quota fissa mensile.

Per contro è possibile includere nello stipendio netto anche le mensilità aggiuntive.

Se per semplicità ipotizziamo uno stipendio netto di 1.000€ per 13 mensilità, allora la rata massima potrà essere calcolata così:

1.000 x 13 = 13.000. 13.000 / 12 = 1.083,33.

Ma non è tutto così semplice: puoi leggere di più sul calcolo cessione del quinto sulla nostra pagina dedicata.

Dove ottenere la Cessione del Quinto

Banca d'Italia ha stabilito che il prestito può essere offerto al pubblico unicamente da Agenti in Attività Finanziaria o da Mediatori Creditizi iscritti all'Organismo Agenti e Mediatori (OAM).

Solo questo requisito assicura agli utenti il necessario livello di affidabilità e professionalità dei consulenti.

Puoi controllare l'iscrizione dell'operatore a cui ti sei rivolto consultando questo link:

https://www.organismo-am.it/ricerca-generica

inserendo nella casella di ricerca il nome.

Se una persona ti propone il prestito ma non è presente in questi elenchi, sta esercitando abusivamente l'attività e va denunciata all'OAM stesso o alle autorità di Pubblica Sicurezza.

Perché affidarsi a Gruppomoney

Vorremmo che tu ti affidassi a noi per avere il tuo prestito.

Abbiamo diversi buoni motivi per proportelo:

  1. Perché facciamo questo lavoro da 25 anni e abbiamo quindi una grandissima esperienza
  2. Perché abbiamo scelto di operare online e quindi possiamo proporti le migliori condizioni sul mercato
  3. Perché arriviamo in tutto il territorio nazionale, isole comprese, comodamente a casa tua
  4. Perché possiamo scegliere tra i preventivi di 3 tra i migliori Istituti Finanziari e di 12 Assicurazioni e ti offriamo quindi la migliore soluzione alle tue esigenze
  5. Perché tutti i nostri Consulenti sono iscritti all'OAM, senza eccezioni, e quindi avrai la garanzia delle massime affidabilità, competenza e trasparenza

Non sei ancora convinto? Affidati allora all'opinione di chi ha già usufruito dei nostri servizi e leggi le loro recensioni:

Google

Facebook

Come ottenere la Cessione del Quinto

Ottenere la Cessione del Quinto è un gioco da ragazzi: il primo passo è quello di compilare la nostra FORM o di chiamarci al telefono al numero Tel: +39 02 55 700 146..

Chi prenderà in carico la tua richiesta è un nostro Agente iscritto OAM e ti può quindi offrire tutte le garanzie di serietà e competenza.

La prima cosa che faremo è quella di verificare la fattibilità del prestito che richiedi (assumibilità della tua richiesta, rispetto dei termini di legge, calcolo della rata massima addebitabile).

Se tutto è OK ti chiederemo di inviarci la documentazione di base (busta paga o cedolino pensione e CUD) via:

A tutto il resto penseremo noi, tu non dovrai fare altro.

Ti richiameremo quando avrai i soldi sul tuo conto.

Quale Cessione del Quinto conviene

Il tasso di interesse è molto spesso il motivo principale delle scelta di un preventivo e per questo è bene saperne di più: leggi tutto quello che devi sapere sui tassi di interesse di una cessione del quinto.

Non sempre, però, la scelta dipende dal tasso.

Una cessione con il tasso migliore, per esempio, potrebbe risultare impegnativa da pagare perché il piano di ammortamento è troppo breve oppure potrebbe non garantirti tutta la cifra che ti serve.

Oppure il prestito con il tasso migliore potrebbe essere disponibile solo in tempi troppo lunghi rispetto alle tue esigenze. Insomma non sempre la scelta è così semplice.

Il compito di un bravo Consulente che lavora con professionalità è quello di:

  1. Proporti un preventivo che risponda effettivamente alle tue esigenze e che sia veramente risolutivo
  2. Offrirti un prestito che sia alle migliori condizioni finanziarie possibili
  3. Fare in modo che la liquidità ti sia erogata velocemente, senza sorprese e senza intoppi.

Leggi tutte le caratteristiche che deve avere un buon preventivo per una Cessione del Quinto.

Quando la Cessione del Quinto è utile

Ci piace riassumere i motivi per cui il prestito mediante Cessione del Quinto può risultare particolarmente utile:

  • Quando si vuole risparmiare e si cerca il tasso migliore sul mercato; questo vale in particolare per i dipendenti statali, i dipendenti pubblici e per i pensionati. Il tasso della Cessione è spesso molto conveniente perché non è gonfiato dal rischio di insolvenze e risulta sensibilmente inferiore a quello dei prestiti personali tradizionali.
  • Quando si desidera un piano di ammortamento piuttosto lungo per rateizzare il rimborso. Con la sua dilazione massima in 10 anni e con i suoi tassi modesti la Cessione ti permette di rimborsare una somma anche elevata con una rata sostenibile con tranquillità.
  • Quando cerchi la massima sicurezza, perché il debito residuo è assicurato contro il rischio di premorienza: puoi sempre contare sulla copertura assicurativa che in caso morte salda subito il debito senza rivalsa sui tuoi familiari.
  • Quando hai subito delle pregiudiziali finanziarie e risulti Cattivo Pagatore o Protestato. È possibile finanziare anche dipendenti o pensionati che abbiano registrato protesti, che risultino insolventi o che abbiano qualunque tipo di problema per accedere al credito. Per approfondire leggi tutto sulla pagina relativa ai prestiti a protestati e pignorati.
  • Quando hai già dei prestiti in corso e vuoi rinnovarli o consolidarli. Se non hai ancora finito di rimborsare un prestito, puoi chiedere altri soldi prolungandone la data di scadenza e mantenendo inalterata la rata mensile. Oppure se hai diverse rate in corso puoi estinguere tutti i prestiti pagando una unica rata mensile, più comoda da pagare.
  • Quando non hai garanzie aggiuntive da offrire: la cessione del quinto si affida solo alla tua busta paga o sulla tua pensione, non necessita di firme aggiuntive e non richiede di presentare alcun giustificativo di spesa.