IL RINNOVO DELLA CESSIONE DEL QUINTO E DELLA DELEGA

RINNOVARE LA CESSIONE IN CORSO È UN'OPPORTUNITÀ APERTA.
LEGGI COME FARE SEGUENDO I CONSIGLI DI GRUPPOMONEY.IT

CARATTERISTICHE RINNOVO

Una delle caratteristiche più interessanti dei prestiti garantiti, siano essi la cessione del quinto o la delega, è la possibilità di essere rinnovati prima della scadenza del loro piano di ammortamento.

Rinnovare una cessione del quinto o una delega consiste nel rifare il prestito in corso allungandone la durata residua, lasciando inalterata la rata o modificandola di poco.

Con parte del netto erogato del nuovo prestito si provvederà all'estinzione di quello in corso mentre la liquidità rimanente verrà erogata al richiedente.

Il vantaggio principale del rinnovo consiste quindi nella possibilità di ottenere della nuova liquidità senza dover aumentare il totale mensile delle rate come avverrebbe invece chiedendo un nuovo prestito, sebbene il rinnovo comporti il pagamento delle nuove spese di istruttoria e della penale di estinzione anticipata sul prestito estinto.

ESEMPIO RINNOVO CESSIONE

Un dipendente ha in corso un prestito in busta paga con rata di 200 Euro e durata residua di 48 mesi e ha bisogno di una liquidità aggiuntiva di 5.000 Euro. Non vuole aumentare il debito mensile per cui non intende chiedere un nuovo prestito ma preferisce rinnovare quello già  in corso sulla busta paga.

Supponiamo che il conteggio estintivo del prestito (al netto degli interessi e spese non maturate) ammonti a 8.000 Euro. Il nuovo prestito dovrà dunque ammontare a 13.000 Euro dei quali 8.000 Euro verranno utilizzati per estinguere il debito in corso e gli altri 5.000 Euro verranno erogati al cliente. Il nuovo prestito potrà essere, per esempio, di 200 Euro per 8 anni; così facendo il cliente avrà lasciato inalterata la rata ottenendo però la liquidità richiesta.

È SEMPRE POSSIBILE RINNOVARE IL FINANZIAMENTO?

No, la normativa impone dei limiti alla rinnovabilità  delle cessioni o delle deleghe.

La cessione del quinto (o la delega) è rinnovabile solo se è trascorso il 40% del piano di ammortamento. Una cessione del quinto di 10 anni è quindi rinnovabile dopo soli 4 anni (48 mesi) mentre una cessione di 7 anni è rinnovabile dopo aver pagato 39 rate.

Alla regole di cui sopra fanno eccezione i prestiti di durata uguale o inferiore a 60 mesi (5 anni) per i quali è possibile il rinnovo anche prima del 40% ma solo se il nuovo prestito è portato a 10 anni.

Ricordiamo che GruppoMoney.it fornisce un servizio gratuito di calcolo del Conteggio Estintivo: occorre solo indicare la rata mensile, il numero di rate mancanti e il TAN% del prestito. Approfittatene!


-->RICHIEDI UN PREVENTIVO SU MISURA
Per un prestito con cessione del quinto

PREVENTIVO GRATUITO CESSIONE 5°
COMPILA IL MODULO SOTTOSTANTE IN MENO DI UN MINUTO

RECENSIONI DEI CLIENTI


CONTINUA A LEGGERE:

SUL BLOG
Resta aggiornato sul rinnovo della cessione seguendo sezione dedicata su Prestiti e Persone:
Categoria rinnovo prestiti

CONTENUTI VIDEO